mercoledì 11 gennaio 2012

Pane alle mele e nocciole con pasta madre

Eccolo qui il mio bel pane profumatissimo!
Se sapete già la fine che faranno le vostre mele, invece della solita torta, perchè non riciclarle in un bel pane da accompagnare alla carne di maiale oppure a dei formaggi stagionati, o anche asciutto così come sta, magari a merenda?
L'ideale sarebbe la mela Golden, ma quelle rosse vanno bene ugualmente. L'aggiunta di nocciole, oltre ad una piacevole croccantezza, dà un gradevole sapore, apportando inoltre nella nostra dieta quotidiana, acidi grassi essenziali del tipo omega 3.

Valori nutritivi e proprietà della mela
Ogni 100 g di mela sono mediamente contenuti:
85 g di acqua
0,2 g di proteine
0,1 g di grassi
11 g di zuccheri di diverso tipo (fruttosio, glucosio e saccarosio)
2 g di fibre
4 g di sali minerali (potassio, zolfo, fosforo, calcio, magnesio, sodio, ferro, trace di rame, zinco, iodio, manganese e silicio).
Secondo studi fatti, la buccia delle mele avrebbe proprietà antitumorali (fegato, colon e seno): abbasserebbe il rischio di sviluppo delle cellule tumorale e, in certi casi, adddirittura le combatterebbe.
La mela aiuta a risolvere i problemi legati alla diarrea perchè la pectina in essa contenuta, viene trasformata dai batteri intestinali in una sorta di guaina lenitiva e protettiva per le pareti irritate; e combatte la stipsi con la sua cottura.
Sempre per merito della pectina, che è una fibra alimentare, la mela contribuisce a ridurre il colesterolo nel sangue, quindi meno rischio di cardiopatie e ictus; e a ridurre la glicemia nei soggetti diabetici.






Ingredienti:
500 g di farina 0 (più altra per impastare)
150 g di lievito madre bello attivo
450 g di mele sbucciate e tagliate a pezzi
50 g di vino bianco
1 limone (succo e buccia grattugiata)
1 cucchiaio di miele di acacia
70 g di latte a temperatura ambiente
50 g di burro a pezzetti
1 uovo
12 g di sale 
70 g di nocciole tostate 
1 tuorlo d'uovo e poco latte per spennellare prima di infornare






Preparazione:
Versare la farina in una ciotola, o nell'impastatrice, formando una cavità al centro.
Sbriciolare la pasta madre, scioglierla nel latte e, prendendo un po' di farina del contorno, mescolarne un po'. 
Lasciar riposare un'oretta.
Nel frattempo cuocere le mele nel vino bianco e succo di limone fino a che il liquido non sia assorbito del tutto (l'impasto non dev'essere asciutto). Lasciar raffreddare.
Aggiungere il sale alla farina tutt'intorno ed iniziare ad impastare unendo via via l'uovo, la buccia di limone grattugiata, le mele, le nocciole e, alla fine il burro.
Lavorare l'impasto aggiungendo tanta farina quanta ne richiede per diventare un composto morbido ma non appiccicaticcio.
Ungere la ciotola con olio di girasole ed adagiarvi l'impasto. 
Coprire con la pellicola e mettere a lievitare fno al raddoppio







Pezzare con delicatezza e lasciar riposare un'oretta.
Io ho preparato un treccione e delle palline da 50 g ciascuna






Battere il tuorlo d'uovo con un po' di latte, spennellare tutta la superficie ed infornare a 200° per una mezzoretta circa. Controllare sempre il grado di cottura prima di sfornare








31 commenti:

  1. Loryyyy astinenza da carboidrati, però me la conservo eh!
    Un bacio grande :)

    RispondiElimina
  2. Adyyyyyy!!! Che onore!!
    E' la legge della compensazione ahahahh!!
    Davvero, eh! Sto sfornando lievitati a tutto spiano e, per una come me che inizia ad assaggiare dall'impasto crudo....ehhh, se sono brava!!
    Un bacio grande anche a te. :*

    RispondiElimina
  3. Il mio lievito madre è appena nato e non vedo l'ora di cominciare ad usarlo, mi segno la tua ricetta, la trovo perfetta! :)

    RispondiElimina
  4. Grazie marsettina mia! :*

    Greta, vedrai che soddisfazioni ti toglierai col lievito madre. ;)

    RispondiElimina
  5. Particolare questo pane!Lo vedo benissimo abbinato alla carne di maiale,annoto la ricetta!Buona giornata Lory!

    RispondiElimina
  6. pare che questo lievito madre conquisti tutti, io non mi ci sono mai avvicinata. ti seguo magari ci proponi altre pagnottelle gustose!!! kiss

    RispondiElimina
  7. E cosa ci abbini a questo magnifico pane ???

    RispondiElimina
  8. Splendida ricetta, peccato non avere il lievito madre....

    RispondiElimina
  9. Ciao elisa!! Sì, è molto particolare. Io adoro tutti i pani che hanno il sapore che si adatta al cibo che si serve in tavola. Ad esempio al salmone marinato agli agrumi e anice, abbino dei piccoli panini speziati..non ti dico che delizia!
    Questo, hai detto bene, e l'ho scritto anch'io nel post in testa, va benissimo con il maiale, con i formaggi stagionati e da solo a mo' di focaccina a merenda anche per i tuoi bimbi, soprattutto quello più "grande"... :))))
    Un bacione a tutti voi.

    Federica, Il lievito madre dà grandissime soddisfazioni, lo uso da quasi 6 anni e non mi stancherò mai di accudirlo... :)
    Un abbraccio

    ANNA, ti rimando alla risposta che ho dato a elisa. ;)

    Ciao Donatella, posso suggerirti di farlo con la biga. Se ti interessa, contattami pure e ti do tutte le dritte del caso ;)

    Blu, yessssssssssss (per gli altri però! :D )
    Per me comunque è pur sempre una goduria studiare ricette nuove, provarle e testarle anche solo con gli occhi. :/ Ahahahah!

    Grazie e buonanotte a tutti.
    Ciaooooo :D

    RispondiElimina
  10. ti ho trovata da Alex e ho visto il tuo consiglio sul cacao da mettere sui tartufini... se ne scopre ogni giorno una nuova! grazie!!
    mi aggiungo ai tuoi sostenitori, così mi copio qualche dritta! ;)

    bello questo pane! io adoro quando nei ristoranti ti portano quei cestini con tre /quattro pani diversi..!
    a presto, se vuoi passare da me sono qui: notedidolcezza.blogspot.com

    RispondiElimina
  11. Strepitosa questa ricetta, adoro i lievitati.
    Bravissima!!! Intanto archivio la ricetta.
    baci baci

    RispondiElimina
  12. Il mio lievito madre è defunto, ieri al Naturasi ho preso un lievito madre secco. Lo sperimento con questa ricetta!!!!
    P.S come ho detto nel mio blog, se continuo così non finirò le mie ricette cartacee nemmeno nel 2054 :DD

    RispondiElimina
  13. Ciao Lory, ma è tutto nuovo qui...Solema ha "ucciso" il lievito madre che le avevo regalato..ma ti sembrano cose da fare? :-D
    Ciao, meraviglioso tutto, a presto :-)

    RispondiElimina
  14. Ciao Dalila! Felice di conoscerti e grazie per i complimenti.
    Stasera con un po' di calma passo a trovarti. Buon pomeriggio. :)

    Germana grazie!! Anche per me sono il non plus ultra; avessi sentito il profumo correre per casa.... Mmmm :))) Un abbraccio.

    Solema che peccato!! Non sarà la stessa cosa: Natura sì o meno...meglio di tutto è quello casalingo. Quando ti verrai a fare un giro a Venezia te lo porto io. ;) Buona domenica!

    Ciao Libera! Come stai? Eh sì, dopo un periodo di letargo sono tornata con la voglia di rinnovare un po', anche se non sono soddisfatta....
    Che ti devo dire di Solema se non che è una criminale assassina? Ahahahah!!!
    Anche per te vale l'invito a Venezia. Perchè non venite per Carnevale? Dai, organizzatevi!
    Un bacione e grazie per i complimenti.

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia questo pane...penso che provero' la tua ricetta a breve.....Complimenti Lory!!!

    RispondiElimina
  16. Grazie Rita. Sentirai che bontà!
    Bacioni

    RispondiElimina
  17. che bel pane, meraviglioso, io non ho la p.m. proverò con la biga mi piace troppo questa ricetta. Complimenti e a presto. mony

    RispondiElimina
  18. Brava mamma Lorella

    RispondiElimina
  19. Ciao, colgo l'occasione per invitarti a partecipare al primo contest del blog Fiore di Cappero dal titolo "AL CONTADINO NON FAR SAPERE COME E' BUONO IL FORMAGGIO CON LE PERE" (http://www.fioredicappero.com/2012/01/ecco-il-primo-contest-di-fiore-di.html)

    RispondiElimina
  20. Grazie Mony, provalo pure con la biga, va benissimo lo stesso e sentirai che bontà!

    Anonimo...so chi sei, Gianmarco mi ha detto che sei Izabella. :) Grazie mille!

    Marco grazie! Passerò sicuramente a prender nota sul da farsi. Grazie mille per l'invito. :)

    RispondiElimina
  21. CIAO LORY!!APPENA PUOI PASSA DA ME C'è UN PREMIO PER TE!!COMPLIMENTI PER IL POST E LA SPIEGAZIONE!!!CIAOOO A PRESTO LORY.

    RispondiElimina
  22. Ma è fantastico questo pane °-°

    RispondiElimina
  23. Grazie Babbà, passo subito da te!

    Grazie mille Erika!
    Buona giornata a tuuti.

    RispondiElimina
  24. Ma per chi come me con la madre dei lieviti non si cimenta, l'alternativa è lievito di birra o nulla?? come sempre sforni prelibatezze sorellona, un abbraccio grande :-)

    RispondiElimina
  25. Anicetta mia, certo che puoi sostituire la madre col di lievito di birra! Basta però che la quantità non sia molta: 10 g, preferisco metterne meno ed avere una lievitazione lunga, tipo quella con la madre, perchè ne acquista la digeribilità del pane stesso.
    Un bacione, sorellina :)

    RispondiElimina
  26. Allora ci provo... anche se credo sia cosa giusta cimentarmi anche con la madre, magari un giorno ti chiederò come:-) baci

    RispondiElimina
  27. Vedrai che quando proverai e ne capirai il mantenimento e quanto digeribile è il pane con pm, non la lascerai più.
    Sai sempre dove trovarmi. ;) :*

    RispondiElimina

Il tuo commento è sempre gradito. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...